WWF Italia

Allarme della Nasa: a settembre nuovo record dello scioglimento dei ghiacci marini artici

 

I primi dieci giorni di settembre 2016 hanno fatto registrare un record negativo per quanto riguarda lo scioglimento dei ghiacci marini artici causato dai cambiamenti climatici. I satelliti della Nasa hanno appurato che la superficie dei ghiacci artici ha raggiunto la seconda estensione più ridotta dal 1981 (4,14 milioni di chilometri quadrati contro i 3,39 del 2012). In questo caso, però, ciò che davvero preoccupa è la velocità con cui il ghiaccio si sta sciogliendo: nei primi giorni del mese si sono sciolti ogni giorno 34.100 chilometri quadrati di ghiaccio, contro la media di 21mila registrata nel periodo 1981-2010.

Gli effetti dei cambiamenti climatici stanno mettendo in pericolo la sopravvivenza stessa dei ghiacciai marini, che non solo sono fondamentali per la sopravvivenza degli ecosistemi artici e delle specie che in essi vivono, ma svolgono un ruolo imprescindibile anche nella regolazione della temperatura globale e nell’influenzare la circolazione atmosferica e oceanica.

Per saperne di più guarda il video e leggi l’articolo diffusi dalla Nasa.

 

Post Simili

I Paesi del G7 finanziano progetti per il carbone per più di 42 miliardi di dollari in tutto il mondo.

Anticipando di pochi giorni l’apertura dei lavori del G7 –previsto per il 26-27 maggio in Giappone- è stato reso noto oggi il rapporto “Swept Under […]

Buone notizie: dopo 43 anni chiude la centrale a carbone di Didcot, nel Regno Unito

La società che gestisce questo impianto da 2000 MegaWatt (MW), la RWE npower, ha annunciato la chiusura della centrale dopo aver valutato che non era […]

Lascia un Commento