WWF Italia

Alessandro Lamarmora (BS)

© A2A 

Impianto della A2A è costituito da tre gruppi di cui uno da 70 MW, risalente al 1988, è policombustibile, ossia può essere alimentato a carbone, gas e olio anche in combinazione mista.

 

Post Simili

Centrale di Vado Ligure (SV)

  La centrale di proprietà di Tirreno Power si colloca in pieno centro abitato. Nonostante la forte opposizione delle comunità locali, ben consce dei pericoli […]

Centrale Federico II (BR)

La centrale Federico II è la centrale a carbone più grande d’Italia e quella che storicamente emette più sostanze inquinanti e più anidride carbonica:13,11 milioni […]

Lascia un Commento