WWF Italia

Desertiche o sommerse? ecco 4 città surreali del WWF

Cinzia Macis 
Cinzia Macis

Città Surreali – Venezia sommersa

Le Città surreali: una provocazione per riflettere su possibili conseguenze del mutamento climatico

Come saranno Venezia, Milano, Pisa e Roma con gli effetti del cambiamento climatico?


I combustibili fossili stanno inquinando la nostra vita e le nostre città. In un futuro surreale e a tratti apocalittico potremmo ritrovarci in un ecosistema totalmente trasformato. Ecco perché il WWF Italia ha deciso di lanciare, in occasione della COP21 di Parigi, due serie di immagini destinate ai social media. La prima è costituita da quattro immagini di “Città Surreali”: una provocazione, non uno scenario scientifico, un modo per riflettere sullo stravolgimento dei nostri luoghi più amati e riconosciuti. Le creazioni mostrano Roma e Milano desertificate e inospitali, divenute habitat di animali selvatici disorientati. Pisa e Venezia sono rappresentate in gran parte sommerse dai mari, senza la classica orda di turisti curiosi ma con un silenzio surreale, invase dall’acqua in una calma surreale dove non ci sono esseri umani.

                                

 venezia WEB link ld

 

roma WEB link ld


Pisa WEB link ld


milano WEBlink ld

 

 

Accanto a queste provocazioni artistiche, il WWF ha fatto realizzare anche due vignette sul futuro che rischiamo di lasciare ai nostri figli, perché anche l’ironia può aiutare tutti a riflettere, ma soprattutto ad agire.

Vignetta 02A web 

 

 Vignetta 01A web

 

Realizzazione grafica delle “Città Surreali”:

Cinzia Macis – Scenografa, Graphic Designer

Scenografa di formazione (Accademia di Belle Arti di Firenze), collabora dal 2004 con importanti teatri nei diversi settori dello spettacolo in Italia e all’estero: Opera di Firenze, Teatro Lirico di Cagliari, Thalia Theater, Wexford Opera House. Alla dedizione per le arti sceniche, si affianca l’interesse per i temi ambientali e la valorizzazione del territorio, culminato nella specializzazione in Paesaggismo (Politecnico di Barcellona). Si occupa di progettazione, grafica e illustrazione digitale nei diversi ambiti delle arti visive.

 

Realizzazione delle vignette:

Giacomo Cardelli – Cartoonist

Toscano, nato nel 1977, diplomato all’Accademia di Belle Arti di Firenze. Tuttologo delle arti visive, illustratore per varie case editrici nel settore della scuola e dell’infanzia. Lavora nel mondo dei cartoni animati per film, documentari e pubblicità. La sua satira è stata pubblicata sui giornali nazionali ed esteri e dal 2008 e membro del sito internazionale cartoonmovement.com

 

 

Post Simili

Il futuro di Brindisi: Dal carbone alle rinnovabili

  WWF Italia e il Comitato Emergenza Edipower, con il Patrocinio della Provincia di Brindisi, organizzano il seminario “Dal carbone alle rinnovabili: sfide, opportunità e […]

Disinvestimenti dai fossili: La più grande compagnia assicurativa scarica il carbone per l’eolico

La più grande compagnia assicurativa del mondo, Allianz, segue le orme di un antro gigante di investimenti, il Fondo Sovrano Norvegese, annunciando al Mondo il […]

Lascia un Commento