WWF Italia

Il 22 settembre 2013 si vota nei Grigioni: Si all’energia pulita senza carbone!

 

 

Il 22 settembre 2013 nel cantone dei Grigioni si terrà un importante referendum che permetterà alla popolazione del cantone di esprimersi riguardo la costruzione della centrale a carbone di Saline Joniche, in Calabria. Infatti il consorzio che vuole costruire la centrale è capeggiato da Repower, società partecipata dal cantone e, quindi, dalla popolazione grigionese.

Secondo i promotori del referendum le aziende pubbliche grigionesi non devono investire nel carbone per i seguenti motivi:

  • I Grigioni devono puntare sull’efficienza energetica e sulle rinnovabili per sviluppare la propria economia in maniera durevole, non sul carbone;
  • Anche dal punto di visto economico questo investimento non è visto come sensato, visto che ormai autorevolissime fonti (es. la Banca Mondiale) sconsigliano di investire nelle centrali a carbone a causa della scarsa resa economica di questa fonte di energia;
  • Una centrale a carbone è l’ultima cosa di cui il clima ha bisogno. La centrale di Saline, se costruita, emetterebbe 6 volte la CO2 emessa dall’intera comunità grigionese in un anno.

Il WWF Italia sostiene questo referendum e si augura che la comunità grigionese sia più lungimirante di Repower e ostacoli la costruzione di questa centrale col suo voto.

02.09.2013

 

Post Simili

Uno studio del WWF Grecia conferma l’insostenibilità economica del carbone

Un nuovo studio del WWF Grecia conferma l’insostenibilità economica delle centrali a carbone, in particolare di quelle alimentate a lignite. In un contesto, simile a […]

Finisce l’era del carbone e dei grandi impianti industriali nelle città

Per oltre 150 anni, nelle città, abbiamo seguito un modello basato sullo sviluppo industriale senza affrontare alcune dicotomie fondamentali: ambiente e lavoro, ricadute sociali e […]

Lascia un Commento