WWF Italia

La Scozia dice no al carbone

 

 

Un’ottima notizia arriva dalla Scozia. Grazie anche all’azione del WWF scozzese, il progetto di una nuova centrale a carbone da ben 1,6 GW è stato ritirato. Qui di seguito la dichiarazione di Richard Dixon, direttore del WWF Scozia:

“Peel (la società incaricata della costruzione della centrale, ndr) ha finalmente ritirato una delle domande di costruzione meno popolari della storia della Scozia. Con la comunità locale e North Ayrshire Council contro di essa, oltre 22.000 osservazioni e nessuna possibilità di superare un’inchiesta pubblica, il ritiro del piano era l’unica opzione sensata.

La Scozia non ha bisogno di carbone, visto che possiede enormi risorse energetiche rinnovabili e svariati siti promettenti per testare la tecnologia CSS. L’ultima cosa di cui abbiamo bisogno è una nuova centrale a carbone nascosta dietro una foglia di fico verde. In un momento in cui dovremmo cercare di raggiungere ambiziosi obiettivi di riduzione delle emissioni di CO2, questa proposta avrebbe aumentato le emissioni scozzesi e minacciato preziose aree naturali. Speriamo che una proposta come questa non venga fatta mai più”.

Leggi l’intero articolo dal sito del WWF Scozia (in inglese)

 

 

 

Post Simili

UE: Rinnovabili al 32% entro il 2030, ma per il WWF non basta

Entro il 2030 le energie rinnovabili dovranno coprire il 32% dei consumi energetici a livello di Unione Europea. Questo è uno dei risultati dell’accordo raggiunto […]

Presentata un’interrogazione parlamentare sulla centrale Federico II di Brindisi

Nei giorni scorsi la Senatrice Daniela Donno (M5S) ha presentato un’interrogazione parlamentare riguardante la centrale a carbone Federico II (Brindisi). Di proprietà di Enel, la […]

Lascia un Commento