WWF Italia

Le manifestazioni “spontanee” pro Enel a Brindisi

 

 

Sembra che le manifestazioni definite da Enel “spontanee” che si sono tenute a Brindisi per sostenere la centrale a carbone non fossero poi così spontanee. Secondo le carte del processo che vede imputati a Brindisi ben 12 dirigenti Enel con l’accusa di aver contaminato di carbone i terreni attorno alla centrale Federico II, l’azienda energetica avrebbe organizzato queste proteste nei minimi dettagli, dalla lunghezza degli striscioni ai vari slogan pro carbone.

Qui l’articolo de “Il fatto quotidiano”, la testata che ha diffuso la notizia nei dettagli.

 

Post Simili

Perizia choc a Vado Ligure: carbone e cancro vanno a braccetto

Secondo alcune indiscrezioni, i periti incaricati dalla procura avrebbero trovato un nesso che lega la centrale a carbone di proprietà Tirreno Power ad alcune morti […]

La verità sui sussidi alle fonti di energia: fossili 100 miliardi di €, rinnovabili 30

Secondo un articolo comparso oggi sul giornale tedesco Sueddeutsche, nel 2011 gli stati dell’Unione Europea hanno sovvezionato l’energia da fonte fossile più di quanto abbiamo […]

Lascia un Commento