WWF Italia

Le manifestazioni “spontanee” pro Enel a Brindisi

 

 

Sembra che le manifestazioni definite da Enel “spontanee” che si sono tenute a Brindisi per sostenere la centrale a carbone non fossero poi così spontanee. Secondo le carte del processo che vede imputati a Brindisi ben 12 dirigenti Enel con l’accusa di aver contaminato di carbone i terreni attorno alla centrale Federico II, l’azienda energetica avrebbe organizzato queste proteste nei minimi dettagli, dalla lunghezza degli striscioni ai vari slogan pro carbone.

Qui l’articolo de “Il fatto quotidiano”, la testata che ha diffuso la notizia nei dettagli.

 

Post Simili

La società civile unisce le forze per far uscire l’Europa dal carbone

Parte Europe Beyond Coal Organizzazioni provenienti da 28 paesi hanno lanciato una campagna europea contro gli impatti dei cambiamenti climatici e l’inquinamento atmosferico UNA NUOVA […]

Greenpeace: in Europa il carbone uccide due persone ogni ora

  I fumi emessi dalle ciminiere delle centrali elettriche a carbone, in Europa, uccidono più di due persone l’ora. È questo il dato più allarmante del rapporto […]

Lascia un Commento