WWF Italia

Le manifestazioni “spontanee” pro Enel a Brindisi

 

 

Sembra che le manifestazioni definite da Enel “spontanee” che si sono tenute a Brindisi per sostenere la centrale a carbone non fossero poi così spontanee. Secondo le carte del processo che vede imputati a Brindisi ben 12 dirigenti Enel con l’accusa di aver contaminato di carbone i terreni attorno alla centrale Federico II, l’azienda energetica avrebbe organizzato queste proteste nei minimi dettagli, dalla lunghezza degli striscioni ai vari slogan pro carbone.

Qui l’articolo de “Il fatto quotidiano”, la testata che ha diffuso la notizia nei dettagli.

 

Post Simili

Centrale a carbone di Vado Ligure: gli ambientalisti richiedono il rispetto delle normative sull’inquinamento

Greenpeace, Legambiente e WWF richiedono un ferreo rispetto delle normative vigenti in materia di emissioni in atmosfera per quanto concerne la concessione dell’ Autorizzazione Integrata […]

WWF: RENZI VADA AL VERTICE DI PARIGI DA LEADER E CHIUDA SUBITO CON IL CARBONE

A Parigi, nella COP21 di dicembre, gli Stati dovranno concludere un accordo globale per agire in fretta, in modo efficace ed equo per fermare il […]

Lascia un Commento