WWF Italia

Porto Tolle: 25 anni di battaglie legali per la difesa dell’ambiente

WWF Canon 

WWF Canon

Il WWF Italia da 25 anni combatte i progetti di nuove centrali a carbone anche nelle aule dei Tribunali, per difendere la salute dei cittadini, l’ambiente e il clima.

 

Esemplare è il caso della centrale termoelettrica Enel di Porto Tolle (Rovigo), un tempo una delle più grandi d’Europa, situata “Parco del Delta del Po”, una straordinaria zona umida ad altissimo valore naturalistico ed ecologico.

 

Una battaglia lunga 25 anni si è conclusa qualche giorno fa con la rinuncia ufficiale di Enel alla riconversione a carbone della centrale alimentata ad olio combustibile. L’associazione, accanto a un’ampia campagna di convincimento degli interlocutori politici,industriali e sindacali, anche con dati, studi scientifici e dossier ,ha combattuto a suon di azioni giudiziarie, sia penali sia amministrative.

 

Un’attività ultra ventennale resa possibile grazie allo straordinario lavoro congiunto tra uffici nazionali e gruppi locali del WWF (in particolare la sezione WWF di Rovigo), dalla collaborazione con la popolazione e con tante altre Associazioni, ambientaliste e non. Nelle aule di tribunale, decisivo è stato l’impegno professionale di alcuni dei migliori e più appassionati avvocati esperti di diritto ambientale che ci siano in Italia.

 

 

Scopri la cronistoria delle attività WWF:

 

Post Simili

Perizia choc a Vado Ligure: carbone e cancro vanno a braccetto

Secondo alcune indiscrezioni, i periti incaricati dalla procura avrebbero trovato un nesso che lega la centrale a carbone di proprietà Tirreno Power ad alcune morti […]

BRINDISI LO CONFERMA: IL CARBONE FA MALE ALLA SALUTE

Lo studio epidemiologico sugli effetti delle esposizioni ambientali di origine industriale sulla popolazione residente a Brindisi, reso noto stamane dalla Regione Puglia conferma, in modo […]

Lascia un Commento