WWF Italia

Porto Tolle: 25 anni di battaglie legali per la difesa dell’ambiente

WWF Canon 

WWF Canon

Il WWF Italia da 25 anni combatte i progetti di nuove centrali a carbone anche nelle aule dei Tribunali, per difendere la salute dei cittadini, l’ambiente e il clima.

 

Esemplare è il caso della centrale termoelettrica Enel di Porto Tolle (Rovigo), un tempo una delle più grandi d’Europa, situata “Parco del Delta del Po”, una straordinaria zona umida ad altissimo valore naturalistico ed ecologico.

 

Una battaglia lunga 25 anni si è conclusa qualche giorno fa con la rinuncia ufficiale di Enel alla riconversione a carbone della centrale alimentata ad olio combustibile. L’associazione, accanto a un’ampia campagna di convincimento degli interlocutori politici,industriali e sindacali, anche con dati, studi scientifici e dossier ,ha combattuto a suon di azioni giudiziarie, sia penali sia amministrative.

 

Un’attività ultra ventennale resa possibile grazie allo straordinario lavoro congiunto tra uffici nazionali e gruppi locali del WWF (in particolare la sezione WWF di Rovigo), dalla collaborazione con la popolazione e con tante altre Associazioni, ambientaliste e non. Nelle aule di tribunale, decisivo è stato l’impegno professionale di alcuni dei migliori e più appassionati avvocati esperti di diritto ambientale che ci siano in Italia.

 

 

Scopri la cronistoria delle attività WWF:

 

Post Simili

Le ONG lasciano la COP19 di Varsavia: troppe le connivenze della Polonia col carbone

  Abbiamo detto di essere solidali con i milioni colpite dal tifone Haiyan e con tutte le persone che subiscono i cambiamenti climatici. La nostra […]

27 novembre 2012: presentazione del ricorso su Saline Joniche

Fermare la costruzione della centrale a carbone di Saline Joniche, in Calabria, per bloccare l’avanzata lungo tutto lo stivale delle lobby del carbone e di […]

Lascia un Commento