WWF Italia

Vado Ligure: presentato l’esposto della associazioni ambientaliste

 

La centrale a carbone di Vado Ligure

Il 14 giugno 2013 una delegazione della Rete Savonese Fermiamo il Carbone ha depositato un esposto presso la Procura della Repubblica di Savona su diversi aspetti relativi al funzionamento, ai controlli, alle autorizzazioni e alle emissioni della centrale termoelettrica di Vado Ligure.

L’atto è stato sottoscritto dai massimi vertici nazionali di Greenpeace, WWF, Legambiente e ARCI, da numerose associazioni locali oltre che da molti cittadini. L’esposto è stato elaborato e redatto con un lungo, attento, meticoloso e documentato lavoro degli avvocati dello Studio Ceruti di Rovigo, specializzato in cause ambientali (noto anche per i risultati conseguiti nelle vicenda Porto Tolle). A corredo dell’esposto una corposa documentazione di oltre 60 allegati per un totale di circa 600 pagine, comprese relazioni di esperti e documenti ufficiali.

I faldoni arriveranno nei prossimi giorni sulla scrivania del procuratore Granero.

 

Post Simili

Manifesto per un’Italia rinnovabile: il 26 ottobre manifestazione a Roma

Scendiamo in piazza perché crediamo in un futuro energetico italiano incentrato sulle fonti rinnovabili e l’efficienza. La rivoluzione energetica iniziata in questi anni con oltre […]

VIDEO – Cosa succede a chi vive vicino a una miniera di carbone?

La European Bank for Reconstruction and Development ha accordato un finanziamento alla miniera di Kalubara, in Serbia. Questo nonostante le accuse di corruzione, il pesante […]

Lascia un Commento