WWF Italia

Centrale Enel di Porto Tolle: nuovo stop alla conversione a carbone

 

Immagine estratta da www.morguefile.com

Il 15 gennaio 2014 il progetto di conversione della centrale Enel di Porto Tolle ha ricevuto una nuova bocciatura. Lo stop è arrivato dalla Commissione VIA del ministero per l’Ambiente, che – dopo il no del 2011 affermato dal Consiglio di Stato – blocca nuovamente la conversione a carbone della centrale.

WWF Italia, Green Peace e Legambiente accolgono con grande soddisfazione il provvedimento “interlocutorio-negativo” della Commissione ministeriale: le carenze e le contraddittorietà del progetto, rilevate dalla Commissione VIA, sono apparse tante e tali da richiedere che la procedura di autorizzazione per il progetto di Porto Tolle venga fatta ripartire dall’inizio. L’articolato parere dell’organismo tecnico del ministero, inoltre, richiama e fa proprie, in alcuni passaggi, le osservazioni mosse a più riprese dalle associazioni ambientaliste.

La società, che continua a ribadire l’importanza strategica del sito di Porto Tolle, dovrà ora valutare attentamente se insistere sulla strada del carbone o se trasformarsi in un’azienda moderna, sostenibile e compatibile con lo sviluppo del Paese.

 

Consulta il comunicato stampa delle associazioni ambientaliste

Esamina il parere della Commissione VIA-VAS del Ministero

 

Post Simili

Clima: Domani a Bruxelles Consiglio Ambiente. L’appello di WWF, Greenpeace, Italian Climate Network, Coordinamento Free e Kyoto Club.

“L’Italia persegua davvero impegni Parigi e chieda obiettivi più ambiziosi per Emission Trading Scheme” Greenpeace, Legambiente, WWF, Italian Climate Network, Coordinamento Free e Kyoto Club […]

Lo sviluppo a carbonio zero può partire dalla Sardegna

Pubblicato il nuovo studio del Politecnico di Milano per il WWF “Analisi preliminare sul possibile percorso di decarbonizzazione della Sardegna” Il sistema energetico sardo, grazie […]

Lascia un Commento