WWF Italia

Con gli attuali tagli a emissioni gli obiettivi accordo di Parigi sono lontani

 

Sul Clima i governi devono fare molto di più

“Pubblicato pochi giorni prima dei prossimi negoziati sul clima che si terranno da domenica in Polonia, a Katowice, questo rapporto chiarisce che gli attuali tagli alle emissioni promessi dai governi non si avvicinano neanche lontanamente ai livelli di ambizione necessaria per raggiungere gli obiettivi stabiliti dall’Accordo di Parigi. Questo era già noto, ma visto che arriva dopo il rapporto speciale del Panel Scientifico dell’ONU sul Clima (IPCC) dello scorso mese che dovrebbe aiutare a focalizzarsi nei lavori della COP24 in Polonia la prossima settimana”. Lo ha dichiarato il leader Clima ed Energia del WWF Internazionale, Manuel Pulgar-Vidal, commentando i risultati pubblicati oggi dalle Nazioni Unite sul GAP che ci separa dall’ottenimento degli obiettivi climatici.

“I governi sono stati informati in modo inequivocabile dalla scienza: è ORA, SUBITO il momento di intensificare l’azione per il clima – continua -. Per prevenire le pericolose conseguenze dei cambiamenti climatici in atto devono fare di più, e farlo più in fretta. Vogliamo vedere i governi prendersi le proprie responsabilità e impegnarsi in azioni significativamente più incisive entro il 2020”.

Se vogliamo colmare il GAP delle emissioni, dobbiamo fare un grande gioco di squadra. Il report, in particolare, riconosce giustamente un ruolo chiave da parte degli attori non statali. L’azione delle imprese e dei governi locali è in aumento e dovrebbe servire di ispirazione ai governi nazionali perché facciano lo stesso”, conclude Manuel Pulgar-Vidal.

Scarica qui l’Emissions Gap Report 2018 delle Nazioni Unite in inglese. 

 

Post Simili

Un altro ricorso contro la centrale a carbone di Saline Joniche

Nella giornata di ieri il Coordinamento delle Associazioni dell’Area Grecanica ha presentato il suo ricorso contro il decreto del Ministero dell’Ambiente del aprile 2013 che […]

Allarme della Nasa: a settembre nuovo record dello scioglimento dei ghiacci marini artici

I primi dieci giorni di settembre 2016 hanno fatto registrare un record negativo per quanto riguarda lo scioglimento dei ghiacci marini artici causato dai cambiamenti […]

Lascia un Commento