WWF Italia

Problemi a rendere la tua casa efficiente e rinnovabile? Chiedi al WWF

 

Ridurre le emissioni e i consumi della propria casa o del condominio è possibile, così come è possibile integrare sistemi per la produzione di energia rinnovabile negli edifici: cosa che rappresenta un obbligo di legge per le nuove costruzioni e per le ristrutturazioni pesanti. Applicare sistemi che utilizzano le fonti rinnovabili per produrre energia, come impianti solari fotovoltaici che producono energia elettrica trasformando le radiazioni solari o impianti solari termici che soddisfino soprattutto le esigenze di acqua calda, permette poi di risparmiare denaro e migliorare la qualità dell’ambiente. Spesso, però, possono sorgere dubbi su vantaggi e modalità per procedere.

Per questo motivo il WWF Italia ha aperto lo sportello di consulenza energetica “Casa Efficiente e Rinnovabile”, realizzato grazie alla competenza tecnica di Cremonesi Susteinability Company. Utilizzando un apposito form gli utenti potranno rivolgersi per chiedere consigli su come rendere la propria casa o il condominio più efficienti e installare le rinnovabili, ma anche per indicare eventuali problemi riscontrati nell’installazione degli impianti. Tutte le segnalazioni ricevute serviranno al WWF Italia per affrontare le problematiche più diffuse nel confronto con i gestori e le istituzioni preposte.

Per contattare lo sportello basta compilare il modulo alla pagina web wwf.it/casaefficiente e cliccare sul tasto invia. Gli esperti riceveranno il messaggio e risponderanno con una mail alle domande.

Il cambiamento climatico è già in atto e gli scienziati di tutto il mondo ci dicono che la principale causa sono le attività umane che bruciano i combustibili fossili e liberano in atmosfera gas a effetto serra come l’anidride carbonica. Per ridurre le emissioni di CO2 si devono trasformare tutti i settori, come il nostro sistema energetico, passando da impianti che dipendono dall’utilizzo di energie fossili ad impianti che utilizzano fonti rinnovabili.
I numeri mostrano come in Italia il settore residenziale sia responsabile di un consumo energetico di quasi 34 Mtep (Milioni tonnellate equivalenti di petrolio), che corrisponde a circa il 29% dei consumi nazionali. Questo equivale a dire che ogni famiglia consuma mediamente circa 1,3 mtep/anno, per una spesa media annua di circa 1.600 euro: la spesa energetica per l’abitazione supera quella, già notevole, per l’automobile.

 
pin

Post Simili

WWF Stop Carbone

Gli ambientalisti chiedono alla regione Calabria di impugnare il decreto che autorizza la centrale di Saline Joniche

Quattro associazioni ambientaliste Greenpeace, Legambiente, LIPU e WWF hanno inviato al Presidente della Regione Calabria, Giuseppe Scopelliti, all’Assessore all’Ambiente, Francesco Pugliano e ai Consiglieri Regionali […]

Norvegia, non investire in fossili: il più grande fondo statale può chiudere con il carbone

Diciamo al Parlamento norvegese di non investire più in combustibili fossili: clicca qui per supportare la petizione Go Fossil Free http://gofossilfree.org/norway-italiano/    In questi giorni, il […]

Lascia un Commento